FAQ

Assura rimborsa 30 milioni di franchi a circa 500’000 suoi assicurati

Nel 2020, gli interventi medici non urgenti sono stati rinviati a causa della Covid-19. Di conseguenza, in alcuni cantoni, i costi delle prestazioni che Assura deve assumere si sono rivelati inferiori a quelli previsti al momento della determinazione dei premi 2020.

Assura ritiene che la sua responsabilità consista nel calcolare i suoi premi nel modo più preciso possibile e nel ridistribuire l’eccedenza di denaro ai propri assicurati se, in seguito a circostanze particolari, i costi da coprire sono inferiori a quelli previsti inizialmente.

La ridistribuzione effettuata nel 2021 riguarda circa mezzo milione di assicurati i quali, al 31.12.2020, erano domiciliati nei cantoni di Ginevra, Vaud, Neuchâtel, Basile-Città, Grigioni e Ticino.

A seconda del cantone, detti assicurati riceveranno tra CHF 30.- e CHF 150.- per adulto e tra CHF15.- e CHF 75. - per bambino.

I costi sanitari variano da un cantone all'altro. I premi devono coprire i costi e sono calcolati su base cantonale. Il rimborso dei premi in eccesso segue la stessa logica: viene concesso solo agli assicurati dei cantoni in cui i costi sono stati inferiori ai premi.

Le modalità sono indicate nella corrispondenza indirizzata in ottobre agli assicurati in questione. L’importo verrà in seguito versato direttamente sul loro conto bancario. Affinché un assicurato possa beneficiare del rimborso:

  • Il suo contratto doveva essere in vigore al 31.12.2020.
  • Fa fede l’indirizzo abituale al 31.12.2020. I frontalieri, pensionati e lavoratori distaccati aventi uno di questi statuti al 31.12.2020 sono quindi esclusi dal rimborso.

Se l’insieme dei premi incassati da un assicuratore malattia nel corso di un anno sono superiori ai costi da prendere a carico per lo stesso periodo, l'importo rimanente viene utilizzato per aumentare le riserve. Se, in base alla legge, il livello delle riserve è sufficiente, questo importo può essere rimborsato agli assicurati, ma non è obbligatorio. Attualmente, solo pochi assicuratori lo fanno.

Prima che Assura possa effettuare un rimborso, deve ottenere l’approvazione da parte dell’Ufficio federale della sanità pubblica. Tale approvazione è stata accordata in settembre.

Sì. Il rimborso riguarda tutte le persone che erano affiliate ad Assura il 31.12.2020 e domiciliate nei cantoni succitati.

Help